Invece che aiutare cittadini ed imprese il Governo al lavoro per togliere ‘madre’ e ‘padre’ dai documenti

In un momento storico molto delicato per il nostro Paese, assediato dalla inevitabile crisi economica post Covid19, che ha messo in ginocchio le famiglie italiane, ha provocato la chiusura di tante imprese, e ne ha messe in ginocchio molte altre, il Ministero dell’Interno, non solo resta inerme davanti all’invasione di massa dei clandestini, che rischia di provocare una emergenza sanitaria ancora più grave di quella che è appena trascorsa, ma, udite udite, comunica di aver avviato l’iter per togliere la dicitura ‘madre’ e ‘padre’ dai documenti personali dei minori. Dopo la legge elettorale per danneggiare il centro destra, la cui galoppata è oramai inarrestabile, come dimostrano per l’ennesima volta i sondaggi di oggi, ecco un’altra delle inutili priorità del governo. Una vergogna inaudita e continua, che testimonia ancora una volta come l’azione dell’attuale governo sia lontani anni luce dai veri bisogni degli italiani.

Il Direttore Dott. Francesco DE NOIA

Condividi l'articolo!
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on print