Governo Meloni, nuovo record occupati: Istat certifica il 62,3% con +84 mila unità

“Ad aprile 2024, secondo i recenti dati Istat, il tasso di occupazione in Italia è arrivato al 62,3%: è un nuovo record, con un aumento di 84 mila unità (+0,4%) rispetto a marzo mentre il tasso di disoccupazione è sceso a meno del 7% e quello di inattività è rimasto stabile al 33,0%.

Secondo Istat, inoltre, l’occupazione è aumentata per uomini, donne, dipendenti, autonomi e tutte le classi d’età, mentre il numero di disoccupati è diminuito del 3,0% (-55 mila unità) e il tasso di disoccupazione giovanile è rimasto stabile al 20% circa. Si tratta, evidentemente, di segnali assolutamente positivi, che confermano la bontà delle politiche per il lavoro del governo Meloni.

Rispetto ad aprile dello scorso anno, dunque, l’occupazione è aumentata di circa mezzo milione di unità e questa tendenza ha coinvolto tutte le classi d’età e generi. I contratti a tempo indeterminato e gli autonomi sono cresciuti rispettivamente di 444 mila e 154 mila unità, mentre i contratti a termine sono diminuiti di 82 mila, portando maggiore stabilità occupazionale. Gli occupati totali hanno raggiunto quasi i 24 milioni di unità.

Il tasso di disoccupazione è al livello più basso dal dicembre 2008, mentre quello giovanile è rimasto invariato al 20,2%, il più basso da febbraio 2008. Sono dati che rincuorano e che ci danno fiducia per i mesi a venire: l’obbiettivo per cui stiamo lavorando è consolidare la crescita economica nazionale e stimolare ulteriormente l’aumento dell’occupazione stabile”. Lo dichiara il deputato di Fratelli d’Italia e membro delle commissioni Lavoro e Attività Produttive, commercio e turismo alla Camera dei deputati, Silvio Giovine.

“L’Italia è un Paese che cresce, una Nazione che ha registrato una ripresa reale, tanto in termini meramente economici che in base ai dati relativi all’occupazione. Le ultime stime diffuse dall’Istat parlano di un Pil cresciuto dello 0,7% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e dello 0,3% se confrontato con lo scorso trimestre. A ciò va aggiunto che a maggio l’inflazione in Italia, in lieve calo allo 0,8% rispetto allo 0,9% di aprile, si conferma la terza più bassa nell’Eurozona. Risultati che testimoniano l’efficacia delle politiche messe in campo dal governo Meloni, misure strutturali serie frutto di un lavoro finalizzato al miglioramento della qualità della vita degli italiani e alla crescita della nostra Nazione”, aggiunge il deputato di Fratelli d’Italia Fabio Pietrella.

Condividi l'articolo!
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on print