Migranti, ecco come ci invadono. Scafisti si pubblicizzano sui social: “viaggia con noi”

«Viaggia con noi, lo sbarco è sicuro». A quanto si legge su Secolo d’Italia, grazie ai messaggi degli scafisti in stile tour operator le traversate non sono più un problema. Lo slogan sembra quello  di un’agenzia turistica e invece è, mutatis mutandis, uno dei tanti messaggi lanciati sui social da scafisti e trafficanti di esseri umani alle prese con l’organizzazione delle scorribande per il Mediterraneo in cerca di clienti da assoldare per la traversata verso le nostre coste. Dove, sembra dedurre dall’inquietante spot propagandistico, l’approdo – e dunque l’accoglienza – sembrano dati per certi. Garantiti, come la politica degli ultimi governi e la cronaca degli sbarchi confermano, è garantito.

Attualmente bordo della nave della Ong tedesca, infatti, guarda caso viaggiano 455 migranti. E dall’imbarcazione, in una sorta di racconto social, via Twitter si apprende: «A bordo del Sea Watch 4 i nostri ospiti e l’equipaggio sono esausti. Tuttavia, l’umore è positivo. Siamo colpiti dalla forza e dalla perseveranza di queste persone! Perché anche se hanno vissuto cose terribili, cantano e ballano e supportano l’equipaggio ovunque possono». Per la cronaca, allora, sulla nave dopo i sei salvataggi nell’arco di 72 ore, si trovano le 455 persone per le quali l’ong chiede un porto sicuro. Indovinate dove? L’offerta promessa dal pacchetto lancio è compiuta e prelude, invogliando alle partenze, ad altre missioni “garantite” dai “tour operator” delle traversate.

Condividi l'articolo!
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on print