Imprese sospese: 10% dei lavoratori in nero. Rifinanziamento del Fondo nuove competenze per la formazione delle lavoratrici e dei lavoratori.

Sì alla richiesta di fiducia sul maxiemendamento che rispecchierà le modifiche approvate dalle commissioni Finanze e Lavoro del Senato, che nella notte hanno concluso l’esame degli emendamenti al decreto fisco e affidato il mandato ai relatori.
Le imprese che vengono sospese perché trovate con almeno il 10% dei lavoratori in nero o per violazione delle disposizioni sulla sicurezza devono continuare a pagare gli stipendi e i contributi ai lavoratori interessati dagli effetti della sospensione, secondo quanto prevede un emendamento al decreto fiscale, primo firmatario Iunio Valerio Romano (M5S), approvato dalle commissioni Finanze e Lavoro del Senato.
“È stato, finalmente e definitivamente, approvato in Commissione il mio emendamento per aiutare i genitori separati messi in crisi dalle conseguenze del Covid: riceveranno un aiuto economico fino a 800 euro al mese per pagare l`assegno di mantenimento a figli o ex coniugi, in caso di difficoltà economiche”, ha detto il leader della Lega Matteo Salvini.
La senatrice del M5S ed ex ministro del Lavoro Nunzia Catalfo ha annunciato che è stato approvato il suo emendamento al decreto Fiscale “per permettere agli invalidi parziali che lavorano di continuare a ricevere l`assegno alle condizioni di sempre”.
Approvato anche il rifinanziamento del Fondo nuove competenze, per la formazione delle lavoratrici e dei lavoratori. “Si tratta di 200 milioni di euro per finanziare i progetti già presentati, più altri 500 milioni per aprire nuovi bandi nei prossimi due anni. Passato anche un emendamento per le decontribuzioni per le start up sociali che realizzano progetti per l`inclusione”, ha spiegato il ministro Andrea Orlando.

Condividi l'articolo!
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on print