Salvini sostiene Berlusconi: ”Dobbiamo però pensare ad un piano B”

“Il centrodestra compatto e convinto nel sostegno a Berlusconi, non si accettano veti ideologici da parte della sinistra”. Parola di Matteo Salvini, che poi aggiunge: “Spero che nessun segretario e nessun partito si sottraggano al confronto ed alla responsabilità”. Mentre dunque da un lato il leader della Lega pensa a un piano B nel caso in cui i numeri non fossero sufficienti, dall’altro continua a dire che il Cavaliere sia l’unico nome possibile per la coalizione.

In realtà, nonostante la strenua difesa del Cavaliere e il sostegno alla sua candidatura, dai partiti di Salvini e di Giorgia Meloni trapelano ormai molte perplessità sulla possibilità che il leader di Forza Italia possa salire al Colle. Ieri il capogruppo della Lega alla Camera, Roberto Molinari, aveva detto: “Dobbiamo capire se Berlusconi è davvero in campo. Dobbiamo però prepararci a un piano B, trovare un’altra figura di centrodestra che sia condivisibile anche dal centrosinistra”. Parole che però oggi il leader del Carroccio prova a smorzare, sebbene ieri Salvini stesso si sia smarcato da Berlusconi sostenendo, al contrario di Cavaliere, di non aver intenzione di sfilarsi dal governo nel caso in cui Draghi andasse al Quirinale.

Condividi l'articolo!
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on print