Lamorgese, riaperture ma con controlli rigidi: “È momento della responsabilità”

“Faremo controlli e saremo particolarmente rigidi perché non posiamo rischiare di buttare a mare quanto abbiamo fatto finora. Crediamo nel senso di responsabilità di tutti”. Lo ha detto la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese intervenuta alla giornata di Confcommercio dedicata alla legalità, parlando del programma di riaperture deciso dal governo a partire dal prossimo 26 aprile. “Andiamo verso un periodo di riaperture – ha detto la ministra Lamorgese – e sarà un periodo delicato. E’ il momento della responsabilità”. Si tratta – ha aggiunto la titolare del Viminale – di “un momento necessario per dare alle imprese e all’economia una possibilità di ripresa”. “Non è un ‘liberi tutti’. Non può essere così – ha sottolineato ancora Lamorgese – perché dobbiamo cercare di preservare anche il futuro. Per questo sarà importante continuare nel rispetto delle regole e evitare il ritorno a una spirale di contagi”. Non si può pensare che dietro ognuno di noi ci sia un rappresentante di polizia, dobbiamo evitare di ricadere in un momento difficile”.

Condividi l'articolo!
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on print