Problema cinghiali ancora irrisolto, a Roma i primi casi di peste suina

Sono sei i casi accertati di peste suina a Roma. Un problema strettamente connesso alla presenza di cinghiali in città, attirati dall’immondizia per strada. Dopo la fallimentare amministrazione pentastellata a guida di Virginia Raggi, la situazione è rimasta ancora irrisolta con il piddino Roberto Gualtieri. Anzi, adesso siamo anche alle prese con una nuova epidemia nella Capitale. Ora necessaria una nuova ordinanza che fisserà confini e regole, in via di definizione.

L’ordinanza porterà la firma del Commissario all’emergenza, Angelo Ferrari, in base a quanto si apprende dall’annuncio del sottosegretario alla Salute, Andrea Costa. Quest’ultimo aveva trattato il tema parlando a Qn.net proprio nei giorni scorsi: “Lavorerò perché si riapra un’attività venatoria specifica per l’abbattimento dei capi, non solo nelle zone rosse dove si è manifestata la Psa. Anzi, mi auguro che la fase d’emergenza ci consenta di affrontare e risolvere il problema della eccessiva presenza di cinghiali nel nostro Paese”. Poi in televisione ha sottolineato: “Dobbiamo mettere in atto iniziative per contenere la peste suina ed evitare che venga messo a rischio un comparto importante per il nostro Paese come quello suinicolo che fattura circa 7 miliardi di euro“.

“L’altro problema – ha aggiunto Costa – è quello della eccessiva presenza di cinghiali sul nostro territorio. Dobbiamo mettere in atto un piano che ne preveda la sensibile riduzione. Dobbiamo ristabilire un equilibrio che prevede che i cinghiali continuino a vivere e esistere ma nel loro habitat e non all’interno di vie e centri storici”.

“Accolgo con favore le dichiarazioni del sottosegretario Costa, avevamo chiesto tempestività nell’ordinanza e misure idonee a ridurre la pressione dei cinghiali. Dall’Istituto Zooprofilattico confermano che i casi positivi sono sei tutti riferiti alla stessa area”, il commento dell’assessore alla sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Condividi l'articolo!
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on print