Il centrodestra procede con la stesura del programma. Ecco i punti

Il centrodestra apre la partita sui collegi e lavora al testo del programma che verrà presentato ufficialmente nei prossimi giorni. Oggi primo incontro sulle candidature.

Questa mattina riunione tecnica per esaminare i nuovi collegi alla luce del taglio dei parlamentari. E nel pomeriggio un’altra riunione politica.

Il programma  ufficiale del centrodestra consterà di 10 punti anticipati dal preambolo generale dedicato alle priorità, come ad esempio quella sul caro bollette e quella del sostegno alle imprese. Punti cardinali del programma saranno poi il tema dell’appoggio all’Ucraina, le riforme che prevedono il presidenzialismo e l’autonomia, la revisione del fisco e del reddito di cittadinanza la pace fiscale e la flat tax.

Per quanto riguarda il reddito di cittadinanza si azzera il provvedimento portato avanti dal Movimento 5 stelle per quanto riguarda le politiche attive. Nel programma, secondo quanto si apprende, ci sarà spazio anche per il quoziente familiare per le famiglie numerose e la possibilità di prevedere asili gratis per le classi meno abbienti.

Nel pomeriggio c’è stato anche il tavolo del centrodestra sui collegi.

Condivisione sul metodo legato alle divisioni sul territorio ma – viene spiegato – si tireranno le fila nei prossimi giorni.

“Le forze che fanno parte della coalizione del centrodestra sono diverse. Noi facciamo parte del Ppe noi siamo la garanzia in Europa e negli Stati Uniti dell’europeismo e dell’atlantismo” nella coalizione. Cosi’ il coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani, a ‘Metropolis’. “Nel programma comune del dcebntrodestra sarà scritto nero su bianco ‘Non cambia la politica estera del governo precedente'”, assicura Tajani. “Nessuno pensa di uscire dall’Europa e dalla Nato o fare allenaze con chi in questo momento chiede di uscire dall’Europa e dalla nato. Verrà messo nero su bianco noi siamo i garanti di questo, per la nostra storia in Europa e nella Nato”, ha insistito.

Condividi l'articolo!
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on print