Cruciani: Emiliano del PD? Se fosse stato di destra la sinistra avrebbe chiesto 41bis

Dopo il caos che ha investito Michele Emiliano sulle possibili infiltrazioni mafiose nel Comune di Bari, anche Giuseppe Cruciani ha voluto dire la sua. Nel corso di una puntata della Zanzara, Cruciani ha espresso tutta la sua disapprovazione per le dichiarazioni del governatore pugliese, evidenziando un grande paradosso politico: “Immaginatevi cosa sarebbe accaduto se al posto del governatore di sinistra Emiliano ci fosse stato un governatore della destra che avesse detto le stesse cose. La sinistra avrebbe chiesto l’arresto, il 41 bis, le indagini. Stavolta la fanno diventare una guasconata. Una guasconata? Che vergogna questo doppiopesismo. Che scandalo”.

Poi l’attenzione si sposta sul libro del generale Vannacci, sospeso dall’esercito italiano dopo le forti affermazioni presenti nel suo libro che sono risultate divisive: “Per la presentazione di un libro di due disgraziati, alla fine due persone comuni -ovvero Giuseppe Cruciani, ma soprattutto Roberto Vannacci- sono state protette da 120 agenti delle forze dell’ordine, tra carabinieri, polizia, guardie di finanza, elicotteri e quant’altro. Ora io dico: sono 120 persone che potevano essere impiegate per andare ad acchiappare ladri e delinquenti, non per garantire la presentazione di un libro. Tutto questo perché? Perché ci sono dei fascisti, degli intolleranti che vogliono impedire ad altri di parlare”.

 

Condividi l'articolo!
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on print