COPPA ITALIA: INTER CAMPIONE

Dopo la Supercoppa Italiana i nerazzurri battono ancora la Juventus in finale

 

L’Inter alza la Coppa Nazionale al cielo battendo ancora la Juventus 4-2 dopo i tempi supplementari. All’olimpico di Roma sono gli interisti a festeggiare cosi come già successo nella Super Coppa Italiana ad inizio stagione.

La Juventus rimane a secco di titoli dopo anni 11 anni di successi consecutivi. Allegri bis ha fatto peggio di Sarri (esonerato con la vittoria del campionato) e Pirlo che nella passata stagione ha vinto proprio la Coppa Italia e la Super Coppa Italiana.

Davanti ad una cornice di pubblico strepitosa l’Inter passa dopo soli 7 minuti, con Barella che rientra al che batte Perin con un tiro a giro sul secondo palo firmando un gran gol che vale l’1-0.

La risposta bianconera arriva 24′ con Vlahovic servito da Dybala che ci prova con una conclusione ravvicinata ma Handanovic compie un miracolo deviando in corner una conclusione.  Al 43’ Allegri manda in campo Morata al posto dell’infortunato Danilo. Si va negli spogliatoi con i campioni d’Italia in vantaggio.

La Juventus nella ripresa cambia atteggiamento, e arriva prima il pareggio al 5′ con Alex Sandro che calcia dal limite e Morata devia in rete;  e subito dopo il raddoppio: Dybala avvia un contropiede micidiale, Morata di prima intenzione serve Vlahovic, il serbo entra in area calciando prima addosso ad Handanovic superandolo poi in seconda battuta sulla respinta.

Subito dopo il raddoppio Allegri cambia tutto, inserendo Bonucci al posto di uno spento Bernardeschi e Locatelli per Zakaria provando a difendere il risultato già dal 67’. La Juventus si chiude a riccio nella propria metà campo, rinunciando al gioco e l’Inter torna premere.  Al 32′ Lautaro Martinez finisce a terra in area della Juventus, l’arbitro Valeri indica il dischetto e Calhanoglu trasforma siglando così il 2-2. I 90 minuti terminano in parità: si va ai supplementari. Al 6′, contatto De Ligt – De Vrij, per Valeri tutto regolare ma dopo la revisione al Var, assegna un nuovo penalty per l’Inter. Dal dischetto Perisic spiazza Perin, firmando il 3-2.

La Juve è completamente incapace di impostare un’azione e Perisic colpisce ancora chiudendo l’incontro sul 4-2 e regalando la Coppa Italia all’ Inter dopo 11 anni.

Nel post partita Allegri,  nonostante sia stato espulso,  promuove Valeri e fa i complimenti agli avversari: “L’arbitro ha diretto con grande autorevolezza, è stato bravo. Posso solo fare i complimenti all’Inter che ha fatto una bella partita, all’arbitro che ha arbitrato una bella partita e ai miei ragazzi che hanno fatto una buona partita. Abbiamo raggiunto un obiettivo importante che a gennaio era difficile da raggiungere. Ora dobbiamo concludere nel migliore dei modi e riprendere l’anno prossimo con l’obiettivo di tornare a vincere. La rabbia accumulata dopo la sconfitta di stasera dobbiamo conservarla per la prossima stagione”.

Diversi gli umori in casa Inter con Simone Inzaghi che nel post partita non nasconde la gioia: “Tenevo particolarmente a questo trofeo, il mio staff mi aiuta tutti i giorni e non è semplice.  “I ragazzi sono stati bravi, dovevamo evitare i due gol ma è la cinquantesima partita stagione. Non posso chiedere di più a questo gruppo, ci godiamo insieme a questo bellissimo pubblico l’ennesimo trofeo“.

Ci sarà tanto da lavorare in casa Juventus nel mercato estivo, aspettandosi anche qualche terremoto nella dirigenza. Mentre l’Inter ha ancora 180 minuti da giocare per tentare l’assalto allo Scudetto portando a Milano il Triplete Italiano.

Beppe Magrone

Foto: Inter

Condividi l'articolo!
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on print